Un nuovo anno, un nuovo modo di lavorare? I migliori consigli per rendere il lavoro da casa un lavoro

A new year, a New Way of Working? Top tips to make work-from-home work

Quindi cosa ci ha insegnato il 2020 sul lavoro?

 

Una cosa è certa: il modello tradizionale basato sull'ufficio non è più l'unico modo di fare le cose. Quando la pandemia di Covid ha colpito e i lavoratori di tutto il mondo sono stati costretti a casa, uno degli elementi più sorprendenti è stato quanto sia stato agevole il passaggio al lavoro online. Non ci sono dubbi: la tecnologia per il lavoro a distanza è adatta allo scopo.

Ma mentre la tecnologia è al passo con i tempi, l'improvviso passaggio al lavoro da casa è servito a mettere in evidenza alcune aree in cui noi lavoratori potremmo aver bisogno di adattarci. Molti hanno trovato difficile trovare l'equilibrio tra lavoro e vita domestica, mentre i chiropratici sono stati inondati di prenotazioni una volta terminato il blocco, con così tante persone che hanno trascorso settimane curvo su un laptop al tavolo della cucina.

Con molti analisti che hanno notato che il 2020 è servito ad accelerare i cambiamenti nel mondo del lavoro che stavano già avvenendo, è probabile che molti di noi trascorreranno più tempo a lavorare a casa nei prossimi anni. Con il 2020 che funge da "stress test" per il concetto di lavoro a distanza, abbiamo pensato di raccogliere alcune delle lezioni più importanti apprese sul lavoro da casa.

  

1. Fai delle pause

 Di ritorno in ufficio ci sono pause naturali nella giornata lavorativa: la passeggiata verso la macchinetta del caffè o la caffetteria, la chiacchierata con un collega che passa davanti alla tua scrivania. Ma lavorando a casa, queste gradite distrazioni non sono così regolari, il che significa che può essere fin troppo facile rimanere seduto alla scrivania per periodi di tempo più lunghi. Inoltre, molte persone si sentono più sotto pressione per essere disponibili tutto il giorno, per evitare che il loro datore di lavoro pensi di "rilassarsi a casa". Anche in questo caso, ciò si traduce in più tempo alla scrivania di quanto potrebbe essere il caso in ufficio.

La verità è che le pause sono importanti; la ricerca ha dimostrato le pause regolari al lavoro migliorano la concentrazione, la creatività e il benessere. Prova a programmare i tempi di inattività durante il giorno: è il momento di alzarti, muoverti o semplicemente fare qualcosa di completamente diverso per un breve periodo. Perché siamo onesti, lavori davvero tutto il tempo che sei in ufficio?

 

2. Possiedi il tuo spazio

 Durante quelle prime settimane di blocco, molti di coloro che erano nuovi al lavoro da casa si sono ritrovati appollaiati al tavolo della cucina. La sera, il laptop e i taccuini avrebbero lasciato il posto al pasto serale e l'"ufficio domestico" non sarebbe tornato fino a quando la colazione non fosse stata sgombrata. Questo è tutt'altro che ideale. Avere uno spazio dedicato al lavoro non solo ti aiuterà a rimanere organizzato, ma aiuterà a rendere un po' più chiaro il passaggio psicologico dalla vita domestica a quella lavorativa. Uno spazio ufficio dedicato, che sia una stanza della casa o un capanno in fondo al giardino, è l'ideale, anche se ovviamente non è sempre possibile per molti che vivono in città dove gli alloggi sono limitati. Tuttavia, avere un modo per "possedere lo spazio" è importante e un ufficio domestico portatile come Gustav offre una soluzione intelligente. Con tutto riposto e esattamente dove lo hai lasciato, Gustav è il compagno perfetto per il lavoratore mobile: il tuo ufficio in una scatola.

 

3. Lavorare in modo ergonomico

 L'ufficio potrebbe non essere il luogo più stimolante o rilassante, ma ha una cosa in sé: è uno spazio di lavoro appositamente progettato. Ciò significa che caratteristiche come l'altezza della scrivania, le sedie e la posizione del monitor sono tutte progettate pensando al comfort. Quando il mondo del lavoro ha afferrato i loro laptop ed è fuggito di casa, molte persone hanno trascorso le prime settimane rannicchiate sul divano o sedute su scomode sedie da pranzo. Indica una seconda epidemia di dolore alla schiena e al collo. Ma nessuno lavora al meglio quando si sente a disagio, ed è ovvio che tutti noi vogliamo evitare il mal di schiena causato da una seduta scorretta.Quindi cerca di ricordare il più possibile alcuni principi ergonomici di base mentre lavori da casa: lavora su una scrivania dove puoi mantenere i gomiti e i polsi all'incirca alla stessa altezza e posiziona la sedia in modo che anche i fianchi e le ginocchia siano alla stessa altezza Cerca di sedersi a un braccio dal monitor per proteggere gli occhi e, cosa forse più importante, alzarsi dalla scrivania e muoversi a intervalli regolari.

 

4. Mangia e bevi bene

 Un cliché presente anche prima della pandemia è che quando lavori da casa, è probabile che controlli il frigorifero ogni 15 minuti. Ma come molti cliché, c'è del vero nell'idea, e durante il blocco molte persone hanno effettivamente riferito di aver fatto spuntini più spesso - e meno in modo salutare - di quanto avrebbero fatto in ufficio. I benefici per il tuo umore e la tua concentrazione di mangiare sano e rimanere idratati sono ben documentati; la sfida ovviamente è farlo. La pianificazione dei pasti e la cottura in batch per rendere facili pranzi sani è una buona idea, così come tenere facilmente accessibili ciotole di snack sani. Cerca di evitare di lavorare in cucina, dove la tentazione è fin troppo grande, anche se ovviamente evita di andare troppo oltre e di perdere del tutto il pranzo. Riempire una bottiglia d'acqua riutilizzabile all'inizio della giornata e tenerla addosso può essere un buon promemoria per rimanere idratati, essenziale per un'intera giornata di videochiamate!

 

5. Separazione

Una delle difficoltà più comunemente riportate riguardo al lavoro da casa è la sfida di "staccare la spina" e sapere quando il lavoro è finito e inizia la vita domestica. Come accennato in precedenza, avere uno spazio fisico dedicato - o un ufficio portatile - che può essere chiuso alla fine della giornata lavorativa può aiutare, ma ci sono altri modi per garantire che il lavoro non prenda il sopravvento anche sulla tua vita domestica. Imposta una sveglia per una certa ora ogni giorno e sii severo con te stesso che finirai quando suona. Cerca di evitare di avere app relative al lavoro, in particolare e-mail, sul telefono in modo da non essere tentato di controllarle dopo l'orario di lavoro. E magari creare una routine post-lavoro come una passeggiata, cucinare o persino leggere nella vasca da bagno per un'ora che faccia sapere al tuo corpo che la giornata lavorativa è finita. Essere seri nel proteggere i tuoi tempi di inattività è uno dei modi più efficaci per evitare il burnout e continuare a lavorare da casa come una cosa positiva.

 

6. Mantieni i contatti personali con i colleghi

 Non hai mai saputo quanto ti sarebbero mancati, eh? È vero, le relazioni con i colleghi non sono sempre delle più facili, ma le connessioni personali e lo scopo condiviso che deriva dal lavorare all'interno di un team sono spesso alcuni dei fattori motivanti più forti di un lavoro. Sicuramente il contatto con i colleghi è stato uno degli elementi più segnalati che le persone hanno perso durante i blocchi del 2020 e le riunioni del caffè Zoom, in cui i colleghi si scambiavano nient'altro che una chiacchierata, sono diventate una parte popolare e importante del nuovo panorama lavorativo. Se il lavoro a distanza diventa davvero più diffuso dopo il Covid, è importante trovare un modo per mantenere un contatto regolare con i colleghi, sia tramite riunioni online, sia assicurandosi che tutti i membri di un team siano fisicamente presenti in determinati orari. Solo perché abbiamo la tecnologia per lavorare tutti da soli, non significa che sia il modo migliore.

 

In sintesi, il lavoro flessibile e da remoto sarebbe diventato la norma nei prossimi 10 anni con o senza Covid, poiché i dipendenti cercano ruoli con un maggiore equilibrio tra lavoro e vita privata e i datori di lavoro cercano di risparmiare denaro sullo spazio. Imparando alcune delle lezioni del lockdown, possiamo rendere positivo il passaggio a un modo di lavorare più "fluido nella localizzazione".

 

 

 

.